News

Anteprima: a Zandvoort sarà un grande weekend con Verstappen

2019-05-14T12:00:52+02:00Maggio 14th, 2019|2019, WTCR Race of Netherlands 2019|

Nicky Catsburg, Tom Coronel e Niels Langeveld saranno grandi protagonisti del WTCR – FIA World Touring Car Cup presented by OSCARO a Zandvoort nel weekend del Jumbo Racedagen con Max Verstappen.

Il pilota della Red Bull andrà in pista con la sua F1 davanti agli oltre 100.000 spettatori attesi, con Catsburg, Coronel e Langeveld a caccia di un bel risultato per i propri tifosi.

Grandi numeri
In questo 2019 sono 6 i vincitori diversi nelle prime 9 gare, con 5 differenti a partire dalla DHL pole position e 6 a centrare il giro veloce. Inoltre ben 6 marchi e 12 concorrenti hanno chiuso in 0″6 dopo la Seconda Qualifica dell’Hungaroring.

Dei tre olandesi, Catsburg ha rischiato di vincere a Marrakech prima di incappare in un problema ai freni. In Slovacchia ha siglato due pole nelle qualifiche, senza però trionfare in gara. Coronel è sempre andato a punti nei primi tre eventi, mentre Langeveld c’è riuscito per la prima volta allo Slovakia Ring.

WTCR / OSCARO senza sosta
La WTCR Race of Netherlands è il terzo evento in un mese e segue lo Slovakia Ring di una settimana, con piloti e teams che sono volati a Zandvoort direttamente.

Coronel sfida Verstappen
Tom Coronel ha scherzato molto sulla sfida con Max Verstappen dicendo che avrebbe potuto battere il pilota della Red Bull, che in una intervista ha affermato: “Il collo di Coronel volerebbe via dopo due curve, le F1 sono molto impegnative fisicamente e lui non ce la farebbe!” I due sono molto amici e Tom gli ha risposto: “Accetto la sfida! Sono sicuro di fare 10 giri! Certamente non 60, ma 10 sì! Sono allenato e ho corso in passato sulla Formula Nippon, per cui so cosa attendermi. Come la famiglia Verstappen, viviamo per il motorsport, ma non penso che gli lascerò guidare la mia CUPRA TCR perché andrebbe a sbattere dopo due curve!”

Benvenuti sulla #WTCR2019SUPERGRID
La #WTCR2019SUPERGRID vanta ben 14 Mondiali FIA e 29 titoli di altre categorie presenti. Gabriele Tarquini ha cominciato la difesa del suo Mondiale a Marrakech vincendo Gara 2 e il pilota della BRC Hyundai N Squadra Corse ha messo la sua i30 N TCR davanti a quella di Norbert Michelisz in Gara 3 dell’Hungaroring conquistando il secondo successo del 2019.

Dopo aver perso il titolo a Macao nel 2018, Yvan Muller è ora protagonista con la 03 TCR di Cyan Racing Lynk & Co, auto di Geely Group Motorsport, con cui ha centrato il podio all’Hungaroring.

Il suo compagno Thed Björk, vincitore in Marocco, a Budapest ha sofferto, ma qualche punto se l’è portato a casa. Anche in Slovacchia le auto cinesi non sono andate benissimo, per cui si cerca il riscatto in Olanda.

Rob Huff (SLR VW Motorsport – VW Golf GTI TCR) è un altro da tenere d’occhio, così come Augusto Farfus (BRC Hyundai N LUKOIL Racing Team), Johan Kristoffersson (SLR Volkswagen) ed Andy Priaulx (Cyan Performance Lynk & Co).

Dopo aver vinto Gara 1 a Marrakech, Esteban Guerrieri (ALL-INKL.COM Münnich Motorsport – Honda Civic Type R TCR) ha visto rompersi lo sterzo in Gara 3 perdendo la leadership del campionato, ma con il podio in Gara 2 in Slovacchia resta secondo.

Jean-Karl Vernay (Leopard Racing Team Audi Sport) era in pole nella griglia invertita di Gara 2, ma un problema alla frizione ha consentito Daniel Haglöf (PWR Racing) di scavalcarlo al via. Il francese ha già vinto lo scorso anno a Zandvoort e conosce bene il tracciato, così come Gordon Shedden e i piloti Comtoyou Racing, Niels Langeveld e Frédéric Vervisch, che completano il battaglione Audi.

Diversi giovani sono invece da tenere d’occhio, come ad esempio Mikel Azcona, Campione del TCR Europe, protagonista con la Cupra della PWR, ed Attila Tassi con la Honda della KCMG.

Kevin Ceccon (Team Mulsanne) ed Yann Ehrlacher (Cyan Performance Lynk & Co) hanno già dimostrato di saper vincere, mentre Aurélien Panis potrebbe essere la sorpresa con la CUPRA del Comtoyou Team DHL CUPRA Racing. Ceccon è reduce dal podio allo Slovakia Ring al volante della Alfa Romeo Giulietta TCR del Team Mulsanne-Romeo Ferraris.

La entry list viene completata da Nicky Catsburg (BRC Hyundai N LUKOIL Racing Team), al ritorno dopo un anno lontano dal WTCC, e Benjamin Leuchter, che ha esperienza in TCR Germany e nello sviluppo della Volkswagen Golf GTI TCR. Ma Qinghua è invece portacolori del Team Mulsanne per la seconda Alfa Romeo Giulietta, con cui ha vinto in Slovacchia, mentre l’idolo locale Tom Coronel guida la Cupra della Comtoyou. Tiago Monteiro è tornato a correre dopo l’infortunio del 2017. Il portoghese sale a bordo della Honda Civic Type R TCR di KCMG.

Zandvoort, casa dolce casa
Per la seconda volta il WTCR – FIA World Touring Car Cup presented by OSCARO andrà a Zandvoort e gli olandesi Nicky Catsburg, Tom Coronel e Niels Langeveld saranno i grandi protagonisti del Jumbo Racedagen.

Nicky Catsburg (BRC Hyundai N LUKOIL Racing Team): “Il Jumbo Racedagen è un bellissimo evento con tanta gente che verrà a vedere Max girare con la F1. Ci aspettiamo più di 100.000 presenze. La prima volta che ho corso su questa pista avevo 15 anni, ma ricordo che venni qui anche da bambino per vedere le gare di Formula 3. Sono uno dei tre olandesi del WTCR e rispetto molto Niels. Lavora benissimo e si è meritato il volante dell’Audi. Anche Tom lo conosco da parecchio tempo, abbiamo gareggiato assieme per anni in patria e al supermercato tutti lo conoscono, mentre se chiedi ‘chi è Nicky Catsburg?’ nessuno lo sa!”

Tom Coronel (Comtoyou DHL Team CUPRA Racing): “Sarà un mese impegnativo con tre gare in poche settimane, ma personalmente sono concentrato su quella di casa per varie ragioni. Primo per i fan, secondo perché conosco bene la pista avendoci corso per 30 anni. Sarà un po’ stressante, con tanta gente che mi vorrà incontrare nelle varie iniziative promozionali. Sono fiducioso, il WTCR in Olanda è molto seguito da anni in TV e poi ci sarà Max con noi. Le gare saranno serratissime, si può arrivare decimi come primi. Non si sa mai cosa può succedere, questo rende tutto più bello”.

Niels Langeveld (Comtoyou Team Audi Sport): “Ovviamente sarà entusiasmante correre le gare del WTCR in casa mia e non oso pensare a quanto sarebbe bello vincere. Debbo però restare concentrato e prepararmi al meglio per ottenere il miglior risultato possibile. Zandvoort la conoco bene e la curva che preferisco è la Scheivlak perché è quella più veloce e dove ci sono stati più incidenti, sembra di essere sulle montagne russe perché arrivi in cima e poi scendi giù rapidamente. Il rischio di sovrasterzo è altissimo e in Swift Cup e Clio Cup ho corso dei grandi rischi. E’ fantastica, ma bisogna essere perfetti”.