Anteprima: i piloti del WTCR protagonisti in notturna fra i muretti dell'Arabia Saudita

2022-11-21T06:00:51+01:00Novembre 21st, 2022|2022, WTCR Race of Saudi Arabia 2022|

La corsa per i titoli piloti e squadre del WTCR – FIA World Touring Car Cup 2022 raggiunge il suo culmine in Arabia Saudita questa settimana (25-27 novembre), quando la bandiera a scacchi finale sventolerà sulla serie dopo cinque stagioni e 108 gare.

Con un vantaggio di 60 punti nel tentativo di diventare Campione del WTCR, Mikel Azcona, Goodyear #FollowTheLeader, si prepara a recarsi al Jeddah Corniche Circuit con la consapevolezza che nulla è garantito seppur sia stato protagonista di una grande stagione con la Elantra N TCR di BRC Hyundai N Squadra Corse.

Infatti, il terzo crono in qualifica sarà sufficiente a renderlo il primo spagnolo e il terzo pilota gestito da BRC a vincere il titolo, indipendentemente dalla prestazione di Néstor Girolami, il suo rivale più vicino, che guida la Honda Civic Type R TCR di ALL-INKL.COM Münnich Motorsport.

“La WTCR Race of Bahrain è stata fantastica, un ottimo weekend per noi”, ha detto Azcona. “Questo è un momento molto importante della mia carriera e so di poter ottenere un grande risultato. Il mio obiettivo è vincere il titolo mondiale e farò tutto il possibile per ottenerlo”.

Girolami, due volte vincitore nel 2022, ha dichiarato: “Il titolo sembra molto difficile ora da vincere, ma non è finita, quindi andremo all’attacco e vedremo cosa succederà”.

Mentre Azcona, 26 anni, è in odore di titolo dopo 16 gare, la caccia al secondo e terzo posto nella classifica finale del WTCR rimane apertissima. Tra coloro che si stanno preparando per la battaglia sullo Short Track appena completato nella spettacolare sede del Mar Rosso, quattro possono ancora concludere in piazza d’onore, mentre il terzo posto è in mano a cinque piloti.

La gara inaugurale del WTCR in Arabia Saudita, che segna la prima di auto turismo di livello mondiale a svolgersi nel Paese, rappresenta una novità per tutti i piloti, dato che lo Short Track del Jeddah Corniche Circuit, lungo 3,450 chilometri, non è mai stato utilizzato in precedenza per una competizione.

Lo Short Track porta essenzialmente i piloti dall’uscita della curva 3 verso la curva 4 a sinistra. Ma invece di proseguire fino alla 5 del tracciato completo, si va a destra verso un ampio tornante, prima di accelerare verso la curva 6 e quindi verso la 7 a sinistra.

Norbert Michelisz, Campione del WTCR 2019 e vincitore di Gara 2 alla WTCR Race of Bahrain lo scorso fine settimana, ha dichiarato: “Non ho la minima idea di come sia il circuito. Ho guardato alcune gare di Formula Uno sul Full Track e di solito i tracciati stradali sono buoni per noi. Mi piacciono molto, ma Jeddah sarà una sfida completamente nuova”.

Esteban Guerrieri, che si presenta alla WTCR Race of Saudi Arabia come 10 volte vincitore nella serie (un record), ha detto: “È una pista corta e vediamo quanto farà caldo, quanto sporco avremo all’inizio e come si evolverà durante il weekend. Ad essere onesti, devo imparare a conoscerla, ma andremo lì e daremo il massimo”.

Dopo le qualifiche, che si svolgeranno sabato 26 novembre alle 18.30 ora locale, domenica 27 novembre alle 19.45 scatterà Gara 1, che appassionerà i tifosi per 30 minuti più un giro. Gara 2 inizierà alle 22.15 e i piloti saranno in azione per 25 minuti più un giro. L’evento sarà trasmesso in diretta sulla piattaforma Eurosport, compreso Eurosport Player, e su altre reti in tutto il mondo.

I DATI

Gara: 17 e 18 di 18
Data: 25-27 novembre
Sede: Jeddah Corniche Circuit
Luogo: Jeddah, Arabia Saudita
Lunghezza: 3,450 chilometri
Distanza di gara 1: 30 minuti + 1 giro
Distanza di gara 2: 25 minuti + 1 giro
Record sul giro WTCR (qualifiche):
Da stabilire
Record sul giro WTCR (gara):
Da stabilire

DESCRIZIONE

La prima visita del WTCR – FIA World Touring Car Cup in Arabia Saudita porta per la prima volta nel Paese l’azione internazionale delle auto turismo per un’emozionante coppia di gare notturne promosse dalla Saudi Motorsport Company. Il WTCR sarà la prima serie a utilizzare il tracciato alternativo del Jeddah Corniche Circuit, lungo 3,450 km, scelto perché progettato su misura per le gare FIA World Touring Car ruota a ruota e omologato appositamente per l’occasione. L’Arabia Saudita si sta affermando come destinazione per gli sport motoristici, con eventi del Campionato FIA di Formula Uno, Formula E e World Rally-Raid che si svolgono nel Paese.

IL PROGRAMMA

Venerdì 25 novembre
19;30-20;30: Prove

Sabato 26 novembre
13;00-13;45: prove libere 1
16;00-16;30: Prove libere 2
18;30-19;00: Qualifiche Q1 (in diretta su Eurosport Player, Eurosport 1 e altre emittenti in tutto il mondo)
19;05-19;20: Qualifiche Q2 (in diretta su Eurosport Player, Eurosport 1 e altre emittenti in tutto il mondo)
19;30-19;45: Qualifiche Q3 (in diretta su Eurosport Player, Eurosport 1 e altre emittenti in tutto il mondo)

Domenica 27 novembre
19;45: Gara 1 (30 minuti+1 giro) (In diretta su Eurosport Player, Eurosport 1 e altre emittenti in tutto il mondo)
20;30 (circa): Podio di Gara 1
22;15: Gara 2 (25 minuti+1 giro) (in diretta su Eurosport Player, Eurosport 2 e altre emittenti in tutto il mondo)
22;50 (circa): Podio di Gara 2

ELENCO ISCRITTI PROVVISORIO

#5 Norbert Michelisz (HUN) BRC Hyundai N Squadra Corse, Hyundai Elantra N TCR
#9 Attila Tasi (HUN) LIQUI MOLY Team Engstler, Honda Civic Type R TCR
#16 Gilles Magnus (BEL) Comtoyou Team Audi Sport, Audi RS 3 LMS
#17 Nathanaël Berthon (FRA) Comtoyou DHL Team Audi Sport, Audi RS 3 LMS
#18 Tiago Monteiro (PRT) LIQUI MOLY Team Engstler, Honda Civic Type R TCR
#24 Ahmed Bin Khanen (SAU), Comtoyou Racing, Audi RS 3 LMS*
#29 Néstor Girolami (ARG) ALL-INKL.COM Münnich Motorsport, Honda Civic Type R TCR
#33 Tom Coronel (NLD) Comtoyou DHL Team Audi Sport, Audi RS 3 LMS
#72 Franco Girolami (ARG) Comtoyou Racing, Audi RS 3 LMS
#79 Rob Huff (GBR) Zengő Motorsport, CUPRA Leon Competición
#86 Esteban Guerrieri (ARG) ALL-INKL.COM Münnich Motorsport, Honda Civic Type R TCR
#88 Nicky Catsburg (NLD) BRC Hyundai N Racing Team, Hyundai Elantra N TCR*
#96 Mikel Azcona (ESP) BRC Hyundai N Squadra Corse, Hyundai Elantra N TCR
#99 Dániel Nagy (HUN) Zengő Motorsport, CUPRA Leon Competición
#110 Viktor Davidovski (MKD) Comtoyou Racing, Audi RS 3 LMS*
*Iscrizione gara per gara

IL WTCR IN BREVE

Il WTCR, trasmesso in oltre 185 Paesi, è l’apice delle gare turismo per team clienti e si colloca al vertice della categoria TCR. Nato dal FIA World Touring Car Championship, il WTCR è amministrato dalla FIA e promosso da Discovery Sports Events.

Cinque marchi automobilistici, Audi, CUPRA, Honda, Hyundai e Lynk & Co, sono rappresentati attraverso i loro reparti corse clienti, mentre otto squadre, che utilizzano tutte pneumatici Goodyear e carburanti sostenibili dell’azienda tedesca P1 Racing Fuels, sono iscritti per puntare al titolo nel 2022.

Oltre agli ambiti titoli mondiali FIA per i piloti e le squadre, i piloti indipendenti senza sostegno finanziario da parte di un marchio sono ammissibili per il WTCR Trophy. Nel frattempo, il Balance of Performance aiuterà a mantenere la parità di condizioni. La potenza del motore è limitata a 360 CV e la velocità raggiungerà i 260 km/h.

IL NUOVO FORMAT

Stesso format di qualifica, ma assegnazione dei punti modificata

Le tre fasi di qualifica (Q1, Q2, Q3) ad eliminazione rimangono invariate, ma sarà nuova l’assegnazione dei punti.

Dal prossimo anno, i cinque piloti più veloci in qualifica, indipendentemente da quale manche si sia disputata, saranno premiati su una scala 10-8-6-4-2.

Il cambiamento incoraggerà tutti a spingere per ottenere i tempi migliori in ogni fase ed evitare la tentazione di adottare un approccio strategico cercando di assicurarsi il 10° posto in Q2, che vale la pole position per griglia parzialmente invertita.

Gara 1 torna ad essere la principale, Gara 2 a griglia inversa

In Gara 1 i piloti si schiereranno in base ai risultati combinati delle qualifiche e gareggeranno per 30′ + 1 giro (35′ + 1 giro su circuiti stradali in caso di intervento della safety car).

I primi sette classificati otterranno più punti rispetto al passato, sulla seguente scala: 1° = 30 punti; 2° = 23; 3° = 19; 4° = 16; 5° = 14; 6° = 12; 7° = 10; 8° = 8; 9° = 7; 10° = 6; 11° = 5; 12° = 4; 13° = 3; 14° = 2; 15° = 1.

Gara 2 diventa la gara a griglia parzialmente invertita, della durata di 25′ + 1 giro (o 30′ + 1 giro se c’è un intervento della safety car su un cittadino). I punti saranno assegnati come segue: 1° = 25 punti; 2° = 20; 3° = 16; 4° = 13; 5° = 11; 6° = 10; 7° = 9; 8° = 8; 9° = 7; 10° = 6; 11° = 5; 12° = 4; 13° = 3; 14° = 2; 15° = 1.

Le griglie di partenza

La griglia di partenza di Gara 1 sarà determinata dai risultati finali della Q3 (posizioni 1-5) e Q2 (posizioni 6-12) per le prime 12 della griglia. I risultati della Q1 decideranno il resto dello schieramento di Gara 1.

Per Gara 2, le posizioni in griglia dalla 1 alla 10 saranno occupate dalle prime 10 auto secondo i risultati finali complessivi delle qualifiche, ma in ordine inverso.

Le posizioni 11 e 12 vedranno le auto classificatesi tali al termine della Q2. Il resto dello schieramento sarà determinato dai risultati della Q1 (dalla 13 in poi).

Gare più lunghe, ora in minuti e non in km

Gara 1 durerà 30 minuti + 1 giro, mentre Gara 2 sarà di 25′ + 1 giro. Nei circuiti cittadini, in caso di intervento della safety car, Gara 1 sarà automaticamente estesa a 35′ + 1 giro, mentre Gara 2 passerà a 30′ + 1 giro. L’obiettivo è quello di allungare la durata di ogni gara di due giri per fornire ai concorrenti più tempo in pista.

Tempo di riparazione allungato

L’opportunità di fare rifornimento, riparazioni e cambi di assetto tra le gare è stata estesa a un minimo di 60 minuti, rispetto ai precedenti 20′. L’aumento darà alle squadre più opportunità di sistemare i danni di Gara 1 in un modo meno intenso, o passare a un assetto che potrebbe migliorare le prestazioni delle auto per Gara 2 e incrementare le possibilità di vincere.

Con più tempo per preparare le auto per la seconda gara del fine settimana, i piloti saranno più inclini a combattere più duramente in Gara 1, con l’obiettivo di fondo di avere corse più belle.

Rivisto il Compensation Weight

Le regole sul Compensation Weight sono state riviste e semplificate per il 2022. Tutte le auto non avranno alcun peso di compensazione al primo evento della nuova stagione. Dal secondo evento, la zavorra sarà basata sul miglior tempo di qualifica stabilito durante quello precedente. Dal terzo, il peso di compensazione sarà basato sul miglior crono ottenuto fra le due Qualifiche degli eventi precedenti, anziché sulla media dei migliori due tempi sul giro contando i tre round disputati in precedenza, come accadeva nel 2021.

Ciò significa che il peso di compensazione sarà più rapido da aggiornare e quindi più reattivo. Inoltre, il peso massimo di compensazione è stato ridotto da 60 a 40 chilogrammi per evitare prestazioni contrastanti significative da una gara all’altra e quindi rendere i livelli di prestazione di ogni marchio ancora più vicini. Gli stessi principi di peso di Compensation Weight si applicheranno agli iscrittii gara per gara.

LO SAPEVATE?

*Il WTCR ha 106 gare all’attivo dopo la seconda in Bahrain. Due piloti, Tom Coronel ed Esteban Guerrieri, hanno preso il via 105 volte, mentre Norbert Michelisz ha preso il via 104 volte.
*Esteban Guerrieri è il pilota di maggior successo del WTCR in termini di vittorie in gara: l’alfiere di Honda ha trionfato 10 volte per ALL-INKL.COM Münnich Motorsport.
*Dall’inizio del WTCR nel 2018 Gabriele Tarquini (una volta), Norbert Michelisz (una volta) e Yann Ehrlacher (due volte) hanno conquistato i titoli piloti.
*La WTCR Race of Saudi Arabia è il secondo evento WTCR che si svolge in Medio Oriente e l’Arabia Saudita è il 18° Paese a ospitare la serie.
*Nessuno dei piloti che parteciperanno alla WTCR Race of Saudi Arabia ha provato in gara il nuovissimo Short Track del Jeddah Corniche Circuit.
*L’impianto all’avanguardia sulle rive del Mar Rosso, inaugurato nel 2021 e sede del Gran Premio di Formula Uno dell’Arabia Saudita, è il 23° a ospitare il WTCR.
*Quattordici nazionalità saranno rappresentate nel WTCR in questa stagione, con altre due rappresentate da team e due da costruttori, a sottolineare l’attrattiva globale del WTCR.
*Ahmed Bin Khanen diventerà il primo pilota del Medio Oriente a correre nel WTCR, anche se Mehdi Bennani è stato il primo pilota arabo della serie, avendo fatto il suo debutto nel WTCR nel 2018.
*Dániel Nagy è l’unico pilota WTCR di tutte le stagioni a non aver ancora conquistato una vittoria in una gara, sebbene sia arrivato secondo in un’occasione e sia stato in testa alla WTCR Race of Spain di giugno.
*La Honda Civic Type R Limited Edition è la Safety Car ufficiale del WTCR per la terza stagione. Il portoghese Pedro Couceiro sarà alla guida nella WTCR Race of Saudi Arabia.

LE CLASSIFICHE

PILOTI

Goodyear #FollowTheLeader: Mikel Azcona, 297 punti
2 Néstor Girolami, 237 punti
3 Nathanaël Berthon, 200 punti
4 Rob Huff, 187 punti
5 Norbert Michelisz, 179 punti

TEAM

1 BRC Hyundai N Squadra Corse, 476 punti
2 ALL-INKL.COM Münnich Motorsport, 372 punti
3 Comtoyou DHL Team Audi Sport, 283 punti
4 Comtoyou Team Audi Sport, 277 punti
5 Zengő Motorsport, 251 punti

WTCR Trophy

1 Rob Huff, 124 punti
2 Mehdi Bennani, 91 punti
3 Tom Coronel, 87 punti
4 Dániel Nagy (nella foto), 46 punti
5 Bence Boldizs, 7 punti