News

Cinque domande a Esteban Guerrieri

2019-09-03T18:00:00+02:00Settembre 3rd, 2019|2019, WTCR Race of China 2019|

Il leader del WTCR – FIA World Touring Car Cup presented by OSCARO, Esteban Guerrieri, si appresta a difendere il primato in Cina con la Honda della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport: ecco le cinque domande per lui.

Se dovessi scegliere altri piloti con te sul podio di qualsiasi epoca, chi vorresti?
“Ayrton Senna potrebbe essere il secondo e Riccardo Patrese il terzo. Senna era il mio idolo e mi piacerebbe batterlo in volata all’ultima curva. Con Patrese abbiamo fatto amicizia dopo aver corso assieme la 24h di Spa, è un ottimo ragazzo”.

Nel WTCR ci sono 10 piste, quale vorresti aggiungere?
“Facile, dico San Juan in Argentina. Non ci ho ancora corso, ma vorrei poter gareggiare di nuovo nel mio paese e lì dicono che è una gran pista”.

Hai qualche rito pre-gara?
“No, ma faccio sempre le stesse cose. Ascolto musica, mi muovo, salto la corda, faccio giochi con le palline per migliorare le reazioni. Cerco di attivare corpo e sensi”.

Perché hai scelto il numero 86?
“Ho debuttato nel WTCC a Termas de Río Hondo nel 2016. Mi hanno proposto l’86 perché era l’anno della vittoria del Mondiale di Calcio dell’Argentina, cioè 30 anni prima. L’ho accettato e me lo sono tenuto”.

Cosa farai quando ti fermerai?
“Vorrei lavorare in modo da restituire quello che ho avuto. Magari nella comunicazione, per raccontare ciò che ho imparato in questo sport. Possono succedere tante cose, però sarebbe bello dare alla gente il modo di esprimersi e conoscere il mio mondo”.