News

Cinque domande a Nestor Girolami

2019-08-23T09:33:14+02:00Agosto 21st, 2019|2019, WTCR Race of China 2019|

Néstor Girolami nel 2017 vinse al Ningbo International Speedpark, dove fra un mese si terrà la WTCR Race of China: ecco le parole del pilota della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport.

Se dovessi scegliere altri piloti con te sul podio, chi vorresti?
“Sceglierei Senna secondo e Schumacher terzo, sono i miei idoli. Purtroppo Ayrton non l’ho visto molto correre perché ero piccolo, ma Michael sì, ho seguito tutta la sua carriera in F1″.

Nel WTCR ci sono 10 piste, quale vorresti aggiungere?
“Mi piacerebbe correre ancora in Argentina, c’è una atmosfera speciale, un po’ come quella per Tiago Monteiro a Vila Real. C’è una grande passione”.

Hai qualche rito pre-gara?
“La cosa più importante è fermarsi un po’ subito dopo le qualifiche perché c’è Gara 1 e bisogna concentrarsi. Di solito mi scaldo facendo stretching”.

Perché hai scelto il numero 29?
“Ho vinto due titoli in Argentina nel 2014 e nel 2015, quindi avrei voluto due 1, ma l’11 era già di Thed Björk, per cui ho scelto il 2 dei titoli e il 9, dato che 2+9 fa 11. E poi quando è iniziata la stagione avevo 29 anni e il compleanno di mia moglie è il 29, per cui alla fine è un numero speciale”.

Cosa farai quando ti fermerai?
“Prima di tutto vorrei dei figli e mettere su famiglia passando tempo con loro. Come uomo di sport, vorrei continuare nel motorsport, magari come team manager o istruttore. Quest’ultimo l’ho già fatto e mi piace tantissimo, è il migliore che si possa intraprendere”.