News

Cinque domande a Thed Bjork

2019-09-05T18:00:28+02:00Settembre 5th, 2019|2019, WTCR Race of China 2019|

Thed Björk è uno dei quattro piloti del WTCR – FIA World Touring Car Cup presented by OSCARO che con la Cyan Racing Lynk & Co saranno gli “idoli locali” nella WTCR Race of China.

Se dovessi scegliere altri piloti con te sul podio di qualsiasi epoca, chi vorresti?
“Vinco io, poi dietro ci sono Senna e Ronnie Peterson. Ho visto un documentario su quest’ultimo, è un idolo in Svezia e sappiamo tutto quello che faceva con le auto. Senna l’ho visto per la prima volta che avrò avuto 14 anni, ma in realtà sono tanti i piloti che mi piacerebbe avere con me, quindi diventa dura scegliere”.

Perché hai scelto il numero 50?
“Avrei preferito l’1, ma spetta al Campione e quindi ho preso l’11 perché mi piaceva, senza una ragione particolare, ma perché somiglia all’1″.

Nel WTCR ci sono 10 piste, quale vorresti aggiungere?
“Mi piacciono tantissimo tutte le piste del WTCR, però ne vorei una in America perché adoro quel paese, ci ho corso in passato. Direi Laguna Seca, pista fantastica e California bellissima”.

Hai qualche rito pre-gara?
“No, mi alleno solo mentalmente prima di ogni gara, viaggio e test in macchina. Mi siedo al volante e quando manca un minuto al via e stringo forte il pugno sinistro per darmi la carica”.

Cosa farai quando ti fermerai?
“Mi piace l’atmosfera di questo mondo e quello che sto imparando, è unico e quando hai il motorsport nel sangue, probabilmente ti resta il legame per sempre”.