News

Cinque domande ad Andy Priaulx

2019-08-23T09:32:51+02:00Agosto 17th, 2019|2019, WTCR Race of China 2019|

Andy Priaulx sarà uno dei quattro piloti della Lynk & Co ad essere fra i principali protagonisti delle gare del WTCR – FIA World Touring Car Cup presented by OSCARO che si terranno in Cina il 13-15 settembre.

Ecco le cinque domande per l’inglese, che rivela la sua ammirazione per Jim Clark, l’amore per Bathurst e l’attenzione per la carriera di suo figlio Sebastian.

Se dovessi scegliere altri piloti con te sul podio di qualsiasi epoca, chi vorresti?
“Mi piacerebbe ci fossero Jim Clark, Ayrton Senna e Nigel Mansell. Mansell è stato il mio idolo quando ho cominciato ad avvicinarmi al motorsport”.

Perché hai scelto il numero 111?
“Per celebrare i miei tre titoli, un po’ come Thed Björk che ha l’11. Penso sia bello”.

Nel WTCR ci sono 10 piste, quale vorresti aggiungere?
“Bathurst perché è un misto tra Spa e Macao, sarebbe fantastico avere il WTCR là”.

Hai qualche rito pre-gara?
“Qualcosa sì, ma in generale è meglio stare calmi, prepararsi bene e concentrarsi”.

Cosa farai quando ti fermerai?
“Al momento non lo considero! Penso che segurei la mia famiglia e quello che fa mio figlio, sta andando molto bene e mi diverto a seguirlo, senza mettergli pressioni però. Sarò sempre nel mondo dei motori, ho tanta esperienza e vorrei metterla a disposizione di altri piloti o di un team. C’è sempre qualcosa da fare”.