Cosa c'è di più duro della 24h del Nürburgring? Ecco la risposta di Monteiro

2021-03-11T06:00:15+01:00Marzo 11th, 2021|2021|

Il Nürburgring Nordschleife ospiterà la WTCR Race of Germany il 3-5 giugno e Tiago Monteiro sarà uno dei piloti con più esperienza in griglia.

I 25,378km dell’Inferno Verde hanno visto il portoghese correre con FIA World Touring Car Championship, WTCR – FIA World Touring Car Cup e anche la ADAC TOTAL 24h-Rennen vincendola con una Honda Civic Type R TCR lo scorso settembre assieme ad Esteban Guerrieri, Dominik Fugel e Markus Oestreich.

Monteiro si è quindi potuto fare una chiara idea di cosa significhi gareggiare su quella pista: “La 24h del Nürburgring è probabilmente la gara più dura del mondo, una sfida umana che ti mette davanti a stanchezza, stress e anche paure a volte”.

“Su 25km di tracciato solo 2,5 sono di rettilineo da affrontare in pieno, è l’unico momento in cui puoi distendere le braccia dopo 8′ a fiato sospeso”.

Secondo Monteiro, la N24 è paragonabile alla 24h di Le Mans Moto che i colleghi di Honda dovranno correre il 15-18 aprile come round del FIM Endurance World Championship, altra serie di Eurosport Events.

“Per noi la 24h del Nürburgring è tostissima, ma se la paragoni alla 24h di moto, dove non sei al sicuro in un abitacolo e su 4 ruote, è chiaro che parliamo di livelli diversi di rischi e approccio”.

Cliccate qui per vedere il documentario sul Team Castrol Honda Racing al Nordschleife e la F.C.C. TSR Honda France in azione a Le Mans, con tanti retroscena, il particolare 2+4=24 e le vittorie conquistate.