Ehrlacher Campione WTCR nella grande giornata per la Cupra a Sochi

2021-11-28T18:00:26+01:00Novembre 28th, 2021|2021, WTCR VTB Race of Russia 2021|

Mikel Azcona e Rob Huff hanno centrato i successi alla WTCR VTB Race of Russia, mentre Yann Ehrlacher è diventato Campione del WTCR per la seconda volta di fila.

WTCR VTB Race of Russia Gara 1 top 5
1 Mikel Azcona (ESP) Zengő Motorsport, CUPRA Leon Competición, 31m18.657s (137.0kph)
2 Jean-Karl Vernay (FRA) Engstler Hyundai N Liqui Moly Racing Team, Hyundai Elantra N TCR, +1.403s
3 Gilles Magnus (BEL) Comtoyou Team Audi Sport, Audi RS 3 LMS, +2.737s
4 Nathanaël Berthon (FRA) Comtoyou DHL Team Audi Sport, Audi RS 3 LMS, +4.492s
5 Yann Ehrlacher (FRA) Cyan Racing Lynk & Co 03 TCR, Lynk & Co 03 TCR, +6.003s
Pole position: Magnus (BEL) Comtoyou Team Audi Sport, Audi RS 3 LMS
Giro più veloce: Rob Huff (GBR) Zengő Motorsport, CUPRA Leon Competición, 2m33.452s (137.1kph)

WTCR VTB Race of Russia Gara 2 top 5
1 Rob Huff (GBR) Zengő Motorsport, CUPRA Leon Competición, 38m14.552s (136.9kph)
2 Frédéric Vervisch (BEL) Comtoyou Team Audi Sport, Audi RS 3 LMS, +4.563s
3 Nathanaël Berthon (FRA) Comtoyou DHL Team Audi Sport, Audi RS 3 LMS, +5.643s
4 Attila Tassi (HUN) ALL-INKL.DE Münnich Motorsport, Honda Civic Type R TCR, +7.493s
5 Jean-Karl Vernay (FRA) Engstler Hyundai N Liqui Moly Racing Team, Hyundai Elantra N TCR, +9.291s
Pole position: 1 Yvan Muller (FRA) Cyan Racing Lynk & Co, Lynk & Co 03 TCR, 2m29.624s (140.7kph)
Giro più veloce: Rob Huff (GBR) Zengő Motorsport, CUPRA Leon Competición, 2m33.748s (136.9kph)

Top 5 classifica provvisoria dopo il Round 16
1 Yann Ehrlacher (FRA) Cyan Racing Lynk & Co, Lynk & Co 03 TCR, 223 punti
2 Frédéric Vervisch (BEL) Comtoyou Team Audi Sport, Audi RS 3 LMS, 195
3 Jean-Karl Vernay (FRA) Engstler Hyundai N Liqui Moly Racing Team, Hyundai Elantra N TCR, 177
4 Yvan Muller (FRA) Cyan Racing Lynk & Co, Lynk & Co 03 TCR, 169
5 Santiago Urrutia (URY) Cyan Performance Lynk & Co, Lynk & Co 03 TCR, 167

Ehrlacher è arrivato all’Autodrom di Sochi con 36 punti di vantaggio nel suo tentativo di rimanere sul trono come Re del WTCR. Il sesto posto di Gara 1 è stato sufficiente per laurearsi iridato, ripetendosi in Gara 2 al volante della sua Lynk & Co 03 TCR gommata Goodyear.

I suoi sforzi nel corso della stagione, uniti ai punti segnati da Yvan Muller, compagno di squadra e zio di Ehrlacher, sono valsi a Cyan Racing Lynk & Co il titolo Team del WTCR per la terza stagione consecutiva.

Luca Engstler (Engstler Hyundai N Liqui Moly Racing Team) ha battuto Gilles Magnus per il titolo junior del FIA WTCR per un solo punto, con il pilota del Comtoyou Team Audi Sport che si è accontentato del WTCR Trophy centrato alla WTCR Race of Italy, dopo un contatto che lo ha messo fuori gioco nel giro iniziale di Gara 2.

Nel frattempo, Azcona e Huff sono diventati i vincitori 11 e 12 della stagione su 16 gare, con Cupra che è il quinto marchio a trionfare nel 2021, a conferma della lotta aperta nella serie. Huff si è portato a casa il TAG Heuer Best Lap Trophy per il 2’33″452 ottenuto in Gara 1.

Azcona ha completato il weekend della WTCR VTB Race of Russia come TAG Heuer Most Valuable Driver dopo che una penalità di 5″ ha portato Frédéric Vervisch dal terzo al sesto posto in Gara 1.

La vittoria di Azcona in Gara 1 è arrivata dopo un emozionante sorpasso all’ultimo giro su Jean-Karl Vernay, mentre Huff ha approfittato di una collisione tra Azcona e Muller poco prima della ripartenza dalla Honda Civic Type R Limited Edition Safety Car in Gara 2.

Vernay e Vervisch hanno raggiunto Azcona sul podio di Gara 1, con Magnus e Nathanaël Berthon a completare la Top5 nelle loro Audi della Comtoyou. Berthon in Gara 2 ha siglato il primo podio della stagione davanti ad Attila Tassi (ALL-INKL.DE Münnich Motorsport) e a Jean-Karl Vernay.

Le speranze di titolo di Esteban Guerrieri sono finite con un incidente che ha distrutto la sua Honda nel giro iniziale di Gara 1, sotto la pioggia. Nonostante gli sforzi del team ALL-INKL.COM Münnich Motorsport per riparare la Civic Type R TCR, l’argentino non è partito in Gara 2, che il suo compagno di squadra Néstor Girolami ha condotto per alcune tornate prima di scivolare settimo dietro ad Ehrlacher.

Dopo aver terminato 14° in Gara 1, l’ultimo weekend di gara di Gabriele Tarquini prima del suo ritiro si è concluso con il ritiro a seguito di un contatto. Il suo compagno di squadra della BRC Hyundai N LUKOIL Squadra Corse, Norbert Michelisz, ha comunque ottenuto punti in entrambe le gare.

Kirill Ladygin, Campione del TCR Russia, è stato il migliore delle wildcard della LADA Sport con un 14° posto ottenuto in Gara 2.

Prima di Gara 2 osservato un minuto di silenzio per ricordare Marcela Bertolissi, scomparsa all’inizio di questo mese.

LE PAROLE DEI PROTAGONISTI

GARA 1: Mikel Azcona (Zengő Motorsport, CUPRA León Competición)
“È stata una gara incredibile. Amo queste condizioni meteorologiche difficili e penso di essere davvero bravo a guidare quando è bagnato. Mi sono detto ‘OK, guiderò con attenzione nei primi giri’. Non volevo avere alcun contatto. Da quel punto in poi sono andato a sorpassare rivali, mi sentivo davvero veloce. Nessun contatto, nessun danno alla macchina. Ho lottato un po’ con gli altri perché si stavano difendendo molto bene. È incredibile finire l’anno con una vittoria. Ho aspettato questo momento per tutto l’anno”.

GARA 2: Rob Huff (Zengő Motorsport, CUPRA León Competición)
“Penso che sia abbastanza giusto così. Abbiamo avuto una stagione orribile, assolutamente orribile. Non c’è altro modo per dirlo. Abbiamo avuto sette ritiri e abbiamo almeno due opportunità per vincere. Una a Budapest e una qui. Ovviamente a Budpest ho fatto un casino, ma qui siamo riusciti a trarne il massimo. La macchina era davvero veloce sul bagnato fin dalle prove libere 2. Bene anche le qualifiche, e poi in gara uno penso che Mikel e io abbiamo fatto un lavoro fantastico come compagni di squadra per portare Mikel in 1a posizione. Purtroppo Fred e io abbiamo avuto un contatto e la mia macchina è venuta fuori danneggiata, altrimenti penso che avremmo fatto doppietta. L’auto è incredibile, la squadra ha fatto un lavoro fantastico solo per riparare la mia macchina e portarla in griglia, quindi un enorme grazie a Zengő Motorsport. In Gara 2 ho avuto una partenza fantastica, ho guadagnato subito due posizioni, ho preso Yann e penso che stavo anche lottando per il comando alla prima curva, ero all’esterno quindi sapevo che avrei dovuto tagliare e l’ho fatto. E poi è accaduto qualcosa che non vedevo da molto tempo, dietro la safety car Yvan ha tamponato Mikel. Non sono sicuro di cosa sia successo esattamente, ma il risultato è stato che sono usciti entrambi e poi alla ripartenza mi sono ritrovato secondo. Ho fatto una mossa davvero buona su Néstor, abbiamo avuto una bella lotta per qualche curva e poi sono riuscito ad abbassare la testa e andare via. Ma quel giro ho ricevuto un avviso sul cruscotto, c’era bassa pressione del carburante e il motore ha cominciato a singhiozzare. Ho dovuto fare sei giri in testa con il cruscotto e il cambio che non andavano bene”.

PROSSIMO APPUNTAMENTO

L’Autodrom Most in Repubblica Ceca ospita i Round 1 e 2 del WTCR 2022 – FIA World Touring Car Cup dal 9 al 10 aprile.

**Soggetto a conferma FIA