FuelsEurope a Pau col WTCR per promuovere la Clean Fuels for All

2022-05-08T10:00:01+02:00Maggio 8th, 2022|2022, WTCR Race of France 2022|

I round di apertura del 2022 WTCR – FIA World Touring Car Cup coincidono con un’alleanza significativa come partner di Clean Fuels for All con la WTCR Race of France al Circuit de Pau-Ville questo fine settimana.

FuelsEurope, con sede a Bruxelles, con la sua strategia di combustibili liquidi a basse emissioni di carbonio “Clean Fuels for All”, sta guidando la trasformazione dell’industria della raffinazione del petrolio in Europa da combustibili fossili a prodotti non fossili, sviluppando un percorso per mostrare come l’industria può contribuire a raggiungere la neutralità del clima nell’Unione europea entro la data prevista del 2050.

FuelsEurope, che rappresenta le principali compagnie petrolifere europee, ha lanciato “Clean Fuels for All” nel 2020 per dimostrare come i combustibili liquidi a basso contenuto di carbonio possano decarbonizzare il trasporto, consentendo a tutti i nuovi e vecchi veicoli per il trasporto su strada di essere neutrali per il clima entro il 2050, e garantendo la disponibilità di questi combustibili per i settori aereo e marittimo.

Alain Mathuren, direttore della comunicazione, FuelsEurope, ha detto: “Siamo felici di sostenere questo evento del WTCR qui nella città di Pau perché è stato visto che il grande pubblico non ha tutte le informazioni sulla sfida che stiamo affrontando per raggiungere la neutralità climatica nell’Unione europea entro il 2050. La gente sente dire che l’elettrificazione è l’unica soluzione, ma stiamo parlando anche di residui, agricoltura, residui forestali e biomassa da rifiuti urbani, oli usati, oli da cucina usati e poi si hanno i combustibili sintetici, o e-fuels”.

Il WTCR è alimentato da un carburante su misura con il 15 per cento di componenti rinnovabili sviluppato dal fornitore ufficiale P1 Racing Fuels, il che significa che tutte le 18 auto del WTCR in gara questo fine settimana utilizzano un carburante sostenibile.

“P1 è una delle piccole start-up che mostra come il 100 per cento di basse emissioni di carbonio sia possibile e insieme ai nostri membri li sosteniamo pienamente in quello che stanno facendo”, ha detto Mathuren. “Ci saranno 30.000 o 40.000 persone a questo evento a Pau, che è completamente orientato verso le tecnologie a basse emissioni di carbonio e questo è un segnale forte quando si rendono conto che non è solo gente che dice cose ma questa tecnologia è effettivamente in pista. Poi si hanno emittenti come Eurosport, un canale sportivo molto potente, che fornisce un mezzo per informare un numero più ampio di persone sulla sfida che si sta affrontando”.