Gara 3: Guerrieri fa il bis nella tripletta Honda

2020-10-18T19:06:11+02:00Ottobre 18th, 2020|2020|

Esteban Guerrieri si è portato a casa la seconda vittoria nella WTCR Race of Hungary con il successo di Gara 3 all’Hungaroring, riducendo il distacco da Yann Ehrlacher.

Partito dalla DHL Pole Position, il pilota della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport ha tenuto la sua Honda Civic Type R TCR davanti a quelle di Tiago Monteiro e Néstor Girolami, mentre il Goodyear #FollowTheLeader Ehrlacher ha chiuso ottavo e ora ha solo un +22 sull’argentino.

Per Guerrieri non è stata una gara semplice, dato che ad un certo punto ha avuto un problema con lo splitter e il passaruota anteriore destro.

“E’ stata una gara dura, ma Tiago e Néstor mi hanno protetto alla grande con un ottimo gioco di squadra – ha detto il vincitore – La mia macchina non era così veloce, per cui grazie a loro, è importante per il campionato”.

Alla curva 1, Attila Tassi – che era in prima fila – è stato superato da Monteiro e Girolami, poi da Jean-Karl Vernay (Team Mulsanne – Alfa Romeo Giulietta Veloce TCR by Romeo Ferraris), mentre Mikel Azcona è salito sesto con deitro le Lynk & Co di Ehrlacher, Yvan Muller e Santiago Urrutia.

Gabriele Tarquini (BRC Hyundai N LUKOIL Squadra Corse) è partito 13°,a già dopo un giro era 10° e pronto ad attaccare le Lynk & Co; Urrutia e Muller gli hanno ceduto strada dopo due grandi manovre da parte dell’abruzzese.

Intanto Azcona ha superato Tassi al giro 9 in curva 1, poi ha fatto uguale con Vernay all’11°, ma il francese può comunque festeggiare il successo nel WTCR Trophy tenendosi dietro Tassi.

Tarquini è giunto 7° dopo aver scavalcato anche Ehrlacher, intento a prendere punti per il campionato e pochi rischi. Muller si è difeso da Norbert Michelisz, mentre Urrutia ha forato al giro 10.

A punti vanno anche Nathanaël Berthon (Comtoyou DHL Team Audi Sport, Thed Björk (Cyan Performance Lynk & Co), le Audi di Tom Coronel e Gilles Magnus, e la Wildcard Luca Filippi con l’Alfa Romeo.