News

Gara 3: Michelisz vince nella bagarre dello Slovakia Ring

2018-07-15T12:31:45+02:00 luglio 15th, 2018|2018, WTCR Race of Argentina 2018|

Norbert Michelisz ha centrato la sua prima vittoria stagionale nel WTCR – FIA World Touring Car Cup presented by OSCARO aggiudicandosi Gara 3 della WTCR Race of Slovakia di domenica.

Il pilota del BRC Racing Team ha sfruttato al meglio la DHL Pole Position per tenere la testa e diventare l’undicesimo vincitore del 2018. Aurélien Comte ha chiuso secondo senza particolari patemi con la PEUGEOT 308 TCR della DG Sport Compétition, mentre dietro di loro è successo di tutto.

Al via Michelisz si è subito difeso, mentre Yvan Muller ha infilato Comte all’interno salendo secondo. Dietro a loro Gabriele Tarquini ha centrato la Honda della Boutsen Ginion Racing condotta da Benjamin Lessennes creando un bel po’ di scompiglio a centro gruppo.

A farne le spese sono stati Esteban Guerrieri (ALL-INKL.COM Münnich Motorsport) e John Filippi (Team OSCARO by Campos Racing), colpiti dalle auto del “Cinghiale” e del belga finendo fuori pista.

Alle loro spalle anche Mehdi Bennani, Gordon Shedden, Jean-Karl Vernay, Nathanaël Berthon e Norbert Nagy si sono ritrovati coinvolti nel marasma dovendosi ritirare per i troppi danni.

I commissari hanno punito Tarquini nel dopo gara comminandogli una sanzione di 5 posizioni sulla griglia di partenza del prossimo round (WTCR Race of China a Ningbo) per aver causato l’incidente.

L’Audi R8 safety car è entrata in pista restandoci fino al giro 5, ma i colpi di scena non sono finiti qui. Muller ha perso incredibilmente la ruota anteriore sinistra della sua Hyundai subito prima della ripartenza e Comte è quindi salito al secondo posto dietro a Michelisz, che nel frattempo è scappato via nuovamente.

Frédéric Vervisch (Audi Sport Team Comtoyou) ha invece avuto il suo bel da fare per tenersi fra le mani il terzo gradino del podio, con Thed Björk a pressarlo dopo una grande rimonta dal 18° posto.

Lo svedese aveva ingaggiato una lotta con Fabrizio Giovanardi (Team Mulsanne, Alfa Romeo Giulietta TCR) subito dopo la safety car, passandolo al giro 9 con un contatto. Successivamente il pilota della YMR ha cercato di infilare anche Vervisch e i due sono transitati assieme sotto la bandiera a scacchi sancendo il terzo posto per il belga al photo-finish per soli 0″002.

Bene anche la wildcard Petr Fulín (Fullin Race Academy, Cupra TCR) risalito dal 16° al 5° posto dopo aver sudato parecchio per superare Giovanardi, il quale nel finale ha ceduto la sesta posizione anche al compagno di squadra Kevin Ceccon chiudendo comunque a punti.

Nono Tom Coronel (Boutsen Ginion Racing, Honda) davanti a Pepe Oriola e Zsolt Szabó (Zengő Motorsport).

I risultati di Gara 3 sono provvisori per via dell’appello presentato dalla Honda.