News

Gara 3: Muller conquista la seconda vittoria in Cina

2019-09-15T10:54:41+02:00Settembre 15th, 2019|2019, WTCR Race of China 2019|

Yvan Muller torna in corsa per il titolo piloti del WTCR – FIA World Touring Car Cup presented by OSCARO conquistando Gara 3 della WTCR Race of China nel caos.

Partito benissimo dalla DHL Pole Position, il pilota della Lynk & Co si è tenuto dietro il compagno Yann Ehrlacher fino alla fine, mentre Norbert Michelisz ed Esteban Guerrieri non hanno preso punti, dunque il francese si è riportato sotto a loro in classifica.

“Un weekend fantastico – ha detto Muller – Tutti quelli di Cyan Racing Lynk & Co si meritano questo, abbiamo passato l’estate a pensare cosa fare e oggi abbiamo raggiunto l’obiettivo, tutto è possibile”.

Muller ed Ehrlacher sono partiti senza problemi, mentre dietro un contatto tra Jean-Karl Vernay e Daniel Haglöf ha coinvolto anche Frédéric Vervisch e Guerrieri. Il francese e lo svedese si sono ritirati, mentre Michelisz ha tamponato Andy Priaulx finendo lui stesso in testacoda e alzando bandiera bianca una volta tornato ai box.

Safety car in pista per rimuovere le vetture, poi uscita di scena al giro 5, ma qui Tiago Monteiro ha colpito Niels Langeveld facendo insabbiare il rivale del Comtoyou Team Audi Sport; il portoghese all’ultima curva è stato a sua volta tamponato da Mehdi Bennani e con la Honda è piombato contro il muretto dei box. Il marocchino è stato punito con un drive-through e la safety car è rientrata in azione, uscendo nuovamente al giro 10.

Ancora una volta i due della Lynk & Co hanno allungato, con Nicky Catsburg ed Aurélien Panis ad infiammare la lotta per il podio con un altro incidente che ha favorito Augusto Farfus e Gabriele Tarquini. Il brasiliano ha poi ceduto il terzo posto al “Cinghiale”.

Thed Björk completa la Top5 davanti a Panis, Vervisch, Néstor Girolami e Kevin Ceccon, in rimonta dal fondo dello schieramento. Amarezza invece per l’altro pilota del Team Mulsanne, Ma Qing Hua, risalito nono dopo essere partito dai box, ma costretto alla resa per una collisione con Girolami.

Johan Kristoffersson chiude la Top10, a punti vanno anche Priaulx, Tom Coronel, Attila Tassi, Bennani e Gordon Shedden.

Haglöf si consola con il TAG Heuer Best Lap Trophy.