Gara 3: Tarquini e Michelisz guidano la doppietta BRC

2019-04-28T17:41:30+02:00Aprile 28th, 2019|2019, WTCR Race of Hungary 2019|

Gabriele Tarquini ha conquistato la seconda vittoria stagionale nel WTCR – FIA World Touring Car Cup presented by OSCARO imponendosi in Gara 3 della WTCR Race of Hungary davanti al compagno Norbert Michelisz nella doppietta BRC Hyundai N Squadra Corse.

Il “Cinghiale” e l’ungherese hanno approfittato di un problema accusato da Esteban Guerrieri (ALL-INKL.COM Münnich Motorsport – Honda Civic Type R TCR) per scavalcarlo al giro 3 e passare al comando.

“Ha perso potenza e quindi si è poi trattato di controllare la gara con una macchina fantastica – ha detto Tarquini – C’era un po’ di pioggia, ma le gomme andavano bene e il bilanciamento era quello che volevo, quindi ringrazio il team e Hyundai.”

“Mi dispiace per Michelisz che ha perso il successo davanti ai suoi fan, lo scorso anno era andata uguale e so che ci teneva a vincere”.

Al via Guerrieri ha soffiato la DHL Pole Position a Michelisz, che poi alla curva 2 è stato superato anche da Tarquini all’esterno.

Guerrieri ha però ceduto strada alle due Hyundai rallentando al giro 3, poi al giro 11 è finito contro le barriere causando l’ingresso della safety car.

Le azioni sono riprese al giro 15, ma un incidente a Kevin Ceccon con l’Alfa Romeo Giulietta TCR del Team Mulsanne ha fatto rientrare di nuovo la safety car.

La lotta per la Top10 fra tutti i piloti della #WTCR2019SUPERGRID si è intensificata.

Con il ritiro di Gurrieri, Yann Ehrlacher (Cyan Performance Lynk & Co) è salito terzo, seguito dalla Cupra di Mikel Azcona (PWR Racing).

Thed Björk (Lynk & Co) chiude quinto davanti a Néstor Girolami, nuovo leader della serie. In Top10 ci sono anche Rob Huff (SLR VW Motorsport), Augusto Farfus, Nicky Catsburg e Jean-Karl Vernay.

Ritirato Daniel Haglöf (PWR Racing) per via di una foratura sulla sua Cupra, così come Yvan Muller, che in precedenza aveva scontato un drive-through per un contatto con Andy Priaulx.

A punti vanno anche Aurélien Panis (Comtoyou DHL Team CUPRA Racing), Frédéric Vervisch, Tom Coronel, Attila Tassi e Mehdi Bennani.