News

Gara 3: Tarquini vince una gara mozzafiato, Ceccon penalizzato

2018-10-29T13:00:21+01:00Ottobre 28th, 2018|2018, WTCR Race of Japan 2018|

Gabriele Tarquini allunga in classifica piloti del WTCR – FIA World Touring Car Cup presented by OSCARO vincendo Gara 3 della WTCR JVCKENWOOD Race of Japan a Suzuka.

Il un round mozzafiato, il pilota del BRC Racing Team aveva portato in testa la sua Hyundai i30 N TCR superando Kevin Ceccon (Team Mulsanne), che con la sua Alfa Romeo Giulietta scattava dalla DHL Pole Position; il bergamasco si è però piazzato fuori dalla casella dello schieramento ed è stato punito con 5″ nonostante il pilota della Romeo Ferraris fosse riuscito a scavalcare Tarquini di nuovo andando a transitare per primo sotto la bandiera a scacchi.

“Mi dispiace per Kevin perché ha fatto una gara fantastica – ha commentato il “Cinghiale” – Mi hanno detto via radio che sarebbe stato penalizzato e quindi l’ho lasciato andare via restando entro i 5″.”

Tarquini ha quindi superato subito il poleman Ceccon, che poi ha visto saltargli davanti anche Yann Ehrlacher ed Aurélien Comte. Il vincitore di Gara 1 si è rimesso alle spalle i due francesi fra giro 1 e 2, poi negli ultimi 5 passaggi ha preso di nuovo il comando spingendo fortissimo pur di guadagnare terreno sui rivali, ma alla fine è terzo dietro a Comte e a Tarquini, che con la vittoria allunga a +39 in classifica. Ehrlacher si è invece ritirato per un problema all’anteriore destra della Honda preparata dalla ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda.

Mehdi Bennani (Sébastien Loeb Racing – Volkswagen Golf GTI TCR) chiude quarto superando nel finale Aurélien Panis (Comtoyou Racing – Audi) alla “Spoon”.

Esteban Guerrieri (ALL-INKL.COM Münnich Motorsport) è stato invece a lungo a capo di un trenino di piloti più che agguerriti, con l’argentino che era riuscito a scavalcare Yvan Muller (Hyundai) al giro 3 facendo lo stesso pure con Pepe Oriola (Team OSCARO by Campos Racing – Cupra TCR). Rob Huff, Norbert Michelisz (BRC) e Frédéric Vervisch (Comtoyou Racing) si sono accodati al gruppetto e qui tutto è rimasto in forse fino alla fine.

Oriola è stato punito con un drive-through per aver tagliato più volte la chicane, Guerrieri ha sbandato alla “130R” un paio di volte scivolando indietro e Muller si è toccato con Michelisz. Huff è giunto sesto davanti a Vervisch e Thed Björk, in rimonta dal 13° posto. Michelisz è nono seguito da Jean-Karl Vernay, con Muller ritirato.

Il rientrante Tiago Monteiro è 11° davanti a John Filippi (Team OSCARO by Campos Racing) e Timo Scheider (ALL-INKL.COM Münnich Motorsport).