Girolami, un gregario di lusso per il WTCR

2020-11-19T09:01:52+01:00Novembre 19th, 2020|2020|

Esteban Guerrieri è stato autore di una grande rimonta in Gara 1 della WTCR Race of Aragón, ma Néstor Girolami gli ha dato una bella mano.

L’argentino ha portato la sua Honda Civic Type R TCR dall’11° al 1° posto in un solo giro azzeccando le gomme da bagnato al posteriore su pista umida, poi in casa ALL-INKL.COM Münnich Motorsport si è giocato di squadra, con Guerrieri che partiva 16° ed è arrivato fino al 2° posto, beneficiando del regalo del compagno di squadra per tenerlo ancora in lizza per il titolo.

Per Girolami il secondo posto significa comunque quarto posto dell’anno e Top10 in campionato per la seconda volta di fila. In Gara 2, dove Guerrieri si ritirava dando ad Yann Ehrlacher il Mondiale, “Bebu” era riuscito a risalire la china, ma la rottura del radiatore che ha danneggiato il motore sul finale gli ha impedito di partire per Gara 3.

Un finale triste che non gli nega un bel passo avuto per tutto l’anno.

“E’ stata sicuramente una giornata dai due volti – ha detto il 31enne – Gara 1 è stata davvero buona; abbiamo preso una decisione molto coraggiosa con le gomme posteriori da bagnato, ma ha fatto la differenza, in quanto sono riuscito ad arrivare fino al terzo posto nelle prime curve e poi in testa prima della fine del giro. E’ stata una bella sorpresa, perché quasi nessun altro aveva azzardato la cosa, quindi sono contento che siamo riusciti a segnare questo risultato per la squadra e a dare una mano ad Esteban nella lotta per il titolo”.

“Nelle condizioni più asciutte, purtroppo, non eravamo allo stesso livello, ma in gara 2 ero ancora in settima posizione e soddisfatto del mio ritmo fino a quando non ho avuto un problema che ha chiuso la mia stagione. Ma abbiamo fatto il massimo in questa giornata e realizzato una doppietta. Cercheremo di imparare il più possibile da quella che è stata una stagione incredibilmente breve e torneremo più forti nel 2021”.