News

Huff a caccia dell'ostica decima vittoria a Macao

2019-11-05T06:00:47+01:00Novembre 5th, 2019|2019, WTCR Race of Macau 2019|

Rob Huff la prossima settimana sarà in azione al Macau Grand Prix per dare la caccia alla decima vittoria nella leggendaria Guia Race, dato che con i suoi nove successi è considerato il Re di Macao.

Il weekend del 14-17 novembre il WTCR – FIA World Touring Car Cup presented by OSCARO fa infatti tappa sui 6,120km del Circuito da Guia, situato in una regione gestita amministrativamente in modo autonomo dal resto della Repubblica Cinese.

“Macao è un capitolo terribile della mia vita sotto certi aspetti – ha detto l’inglese prima di salire sulla Volkswagen Golf GTI TCR della Sébastien Loeb Racing – Non c’è margine di errore, ma in ogni curva si cerca sempre di dare il massimo. La differenza che vuoi fare potrebbe portarti in ospedale ed è così ad ogni variante!”

Huff vinse a Guia la sua prima gara nel 2008, ripetendosi per due volte nel 2011 e portandosi a casa il titolo 2012 del FIA World Touring Car Championship. L’ultima volta che si è imposto era il 2017 quando era portacolori della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport. Ma qual è il segreto del suo successo?

“Sinceramente non so cosa spiegare – dice il 39enne – E’ qualcosa che hai o non hai a livello di pilota. Nel WTCR tutti hanno qualità, ma quando cominci a guardare negli specchietti retrovisori e inizi a pensare a come hai fatto ad uscire vivo da ogni curva, lì cambia tutto. Sai che ci sei quasi, ma che serve anche qualcosa in più. Di fatto, ad ogni giro è un’apnea di 2’30″”.

L’inglese è paragonato a Michael Rutter, vincitore 8 volte del GP di Macao tra le moto.

“Sono sempre eccitato per Macao, so che c’è molta più pressione esterna su di me. Ho vinto 9 volte e la gente si aspetta sempre che ce la faccia ancora. Bisogna ogni volta pensare a dove si può guadagnare rispetto agli altri, l’ho fatto ogni volta che correvo a Macao. Il WTCR è un campionato professionale di altissimo livello, ma si cerca sempre di estendere il proprio record”.

“Huffy” nel 2018 aveva centrato due DHL Pole Position per la WTCR Race of Macau, ma non è riuscito ad imporsi causa deficit di velocità sul dritto rispetto agli altri.

“Non siamo partiti come volevamo, il passo c’era e mi ricordo una grande lotta con Esteban Guerrieri in Gara 3. Le Audi sul dritto erano rapidissime e non era il massimo quando lì è dove si può capitalizzare ogni sorpasso, ma adoro i circuiti cittadini come Macao. Lo sento come fosse mio figlio, è così da 10 anni e spero continui ancora”.