Il WTCR 2020 in 65 giorni

2020-12-31T06:00:06+01:00Dicembre 31st, 2020|2020|

Le restrizioni dovute alla pandemia di COVID-19 hanno fatto sì che la stagione 2020 del WTCR – FIA World Touring Car Cup si sia svolta tutta in 65 giorni: ecco i punti salienti.

Giorno 1 (12 settembre): Néstor Girolami chiude le FP1 al comando, ma Yann Ehrlacher (Q1) e Nathanaël Berthon (Q3) sono i più veloci in Qualifica e prendono i primi punti della WTCR Race of Belgium. Intanto il WTCR andrà in onda in 6 continenti grazie agli accordi raggiunti da Eurosport.

Giorno 2 (13 settembre): Girolami vince Gara 1 di Zolder davanti a Thed Björk ed Attila Tassi, mentre Esteban Guerrieri si ritira per un guasto al radiatore. Berthon parte in anticipo dalla DHL Pole Position di Gara 2 e viene penalizzato. Vittoria ad Ehrlacher nella doppietta Cyan Racing Lynk & Co con Yvan Muller secondo. Il Campione Norbert Michelisz (BRC Hyundai N LUKOIL Racing Team) soffre il passo lento della sua i30 N TCR.

Giorno 12 (23 settembre): L’UZ Leuven University Hospital riceve la prima donazione di WTCR #RaceToCare nella lotta al COVID-19.

Giorno 13 (24 settembre): Tassi svetta nelle Libere del Nürburgring Nordschleife, ma Girolami centra la Pole.

Giorno 14 (25 settembre): Guerrieri vince Gara 1 sul bagnato con un sorpassone su Muller.

Giorno 15 (26 settembre): Ehrlacher vince la sua seconda gara dell’anno, Girolami viene penalizzato di 30″ per una infrazione commessa nel giro di schieramento.

Giorno 21 (2 ottobre): Petr Fulín si iscrive alla WTCR Race of Slovakia come wildcard. Presentati i cinque eventi di Esports WTCR.

Giorno 26 (7 ottobre): Aurélien Comte viene chiamato a sostituire Jack Young in Vuković Motorsport sulla Renault Mégane.

Giorno 29 (10 ottobre): Berthon centra due DHL Pole Position con l’Audi della Comtoyou.

Giorno 30 (11 ottobre): Berthon, Tom Coronel e Nicky Catsburg (Engstler Hyundai N Liqui Moly Racing Team) vincono le tre gare. Girolami vede sfumare il titolo a causa di un brutto incidente in Gara 2. Sul podio anche Gilles Magnus, protagonista del WTCR Rookie Driver.

Giorno 32 (13 ottobre): Nico Gruber sostituisce Catsburg per la WTCR Race of Hungary, dove debutta Jose Manuel Sapag come wildcard.

Giorno 36 (17 ottobre): Guerrieri in Pole nelle qualifiche della WTCR Race of Hungary con la Honda della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport. Bence Boldizs è in Pole per Gara 2 con la CUPRA Leon Competición della Zengő Motorsport.

Giorno 37 (18 ottobre): doppio successo per Guerrieri, ma Ehrlacher si aggiudica Gara 2 ed è sempre Goodyear #FollowTheLeader. Jean-Karl Vernay imbattibile nel WTCR Trophy con l’Alfa Romeo del Team Mulsanne.

Giorno 45 (26 ottobre): Nicolas Baert, figlio del boss Comtoyou Jean-Michel, si iscrive alla WTCR Race of Spain.

Giorno 48 (29 ottobre): Catsburg è positivo al COVID-19, dunque lo sostituisce Josh Files, Campione 2019 del TCR Europe.

Giorno 50 (31 ottobre): confermato che al MotorLand Aragón si correrà ancora in sostituzione della WTCR Race of Italy, visto che Adria non è pronta. In DHL Pole Position vanno Michelisz e Magnus, Vernay viene penalizzato per track limit in Q3.

Giorno 51 (1 novembre): L’idolo locale Mikel Azcona vince in casa con la nuova CUPRA, Vernay si avvicina al WTCR Trophy aggiudicandosi Gara 1. A Björk va Gara 3, mentre Santiago Urrutia, suo compagno in Cyan Performance Lynk & Co si porta a casa il TAG Heuer Most Valuable Driver.

Giorno 55 (5 novembre): il Maria-Hilf Hospital di Daun, vicino al Nürburgring, riceve la donazione per WTCR #RaceToCare.

Giorno 60 (10 novembre): Catsburg è indisponibile, lo sostituisce Mitchell Cheah.

Giorno 61 (11 novembre): anche il Nemocnica Dunajská Streda in Slovacchia beneficia della donazione di WTCR #RaceToCare.

Giorno 64 (14 novembre): Urrutia in pole per due volte, Ehrlacher porta a +31 punti il vantaggio su Guerrieri, in difficoltà.

Giorno 65 (15 novembre): Ehrlacher a 24 anni si laurea Campione del FIA WTCR e più giovane di sempre per la categoria. Guerrieri vince Gara 1 sull’umido rimontando dal 16° posto, ma in Gara 2 finisce fuori. Il secondo round va a Muller e la Cyan Racing Lynk & Co conquista il titolo per i team. Vernay trionfa nel WTCR Trophy, Urrutia si aggiudica Gara 3.