News

Il WTCR correrà sul Suzuka Circuit East Course

2019-09-19T09:00:56+02:00Settembre 19th, 2019|2019, WTCR Race of Japan 2019|

La WTCR JVCKENWOOD Race of Japan del 25-27 ottobre si svolgerà sulla versione più corta del tracciato di Suzuka, denominata Suzuka Circuit East Course.

Gara 1 e Gara 2 saranno sulla distanza di 24 giri, mentre Gara 3 è di 28 tornate. In questo modo i fan sulle tribune si potranno godere le ricche azioni della serie per diverso tempo.

La pista di 2,243km fu utilizzata per la WTCC Race of Japan tra il 2011 e il 2013; dopo la prima curva, famosa per la collisione tra Ayrton Senna ed Alain Prost nel GP del Giappone 1990, si passa alle “S” che portano alla curva “Dunlop”, collegata direttamente con il rettilineo di partenza.

La decisione di passare all’East Course di Suzuka e non utilizzare il circuito tradizionale è stata presa dal promoter locale, Mobilityland, e da quello del WTCR / OSCARO, Eurosport Events, poiché sul Full Course sono presenti barriere di uretano conformi al regolamento FIM per le moto, ma non a quelli FIA, e non ci sarebbe abbastanza tempo per sostituirle dopo l’evento motociclistico previsto in precedenza.

Kaoru Tanaka, Presidente di Mobilityland Corporation: “Siccome nello stesso weekend avremo Super Formula e WTCR con diverse gare, dallo scorso anno stiamo parlando con FIA ed Eurosport Events su quale sarebbe stato il miglior format. Siamo molto grati alla FIA per l’approvazione di questa soluzione. Rimuoveremo le barriere in uretano nella parte corta del tracciato, garantendo gare di alto livello, per cui si è raggiunto l’accordo”.

“Il WTCR è sempre entusiasmante, con round combattutissimi. Sull’East Course gli spettatori potranno godersi le vetture in lotta sulle tribune da stadio con tanto divertimento”.

François Ribeiro, capo di Eurosport Events (promoter del WTCR / OSCARO): “La sicurezza è sempre al primo posto e usare l’East Course per la WTCR Race of Japan consentirà la rimozione delle barriere in uretano sui 3km del nostro tracciato in tempo per l’evento. E’ una versione già usata dal WTCC in passato e ci aspettiamo che sia un bello spettacolo”.