News

Intervista con Norbert Kiss

2018-07-21T06:00:35+02:00 luglio 21st, 2018|2018, WTCR Race of Argentina 2018|

Allo Slovakia Ring il weekend ha visto in pista tre Norbert. Michelisz ha ottenuto la sua prima vittoria nel WTCR – FIA World Touring Car Cup, Nagy è andato a podio e Kiss si è invece imposto in Gara 4 del FIA European Truck Racing Championship.

Prima di passare ai camion, Kiss ha guidato nelle corse turismo e l’ungherese ha parlato di questa sua avventura.

Quali sono i tuoi migliori ricordi della categoria?
“Mi ricordo che fui molto competitivo in SEAT León Hungarian Cup lottando con Gábor Wéber e Norbi Michelisz. Sono molto orgoglioso dei risultati ottenuti in quella serie perché era molto impegnativa e ricca di piloti buoni. Dopo sono passato alla Maserati Cup e nel 2007 ho preso parte alla Porsche Supercup e alla SEAT León Cup spagnola. Correvo con la Zengő Motorsport e vincemmo alcune gare. In una stagione ho corso con la Alfa Romeo del Team Unicorse nell’ETCC. Al Paul Ricard ero in testa quando mi si ruppe una portiera, mentre vinsi allo Slovakia Ring dopo l’esclusione di Mat’o Homola”.

Hai mai pensato di tornare sulle macchine?
“Se ne avessi la possibilità mi piacerebbe molto. Non è economico, ma se dovesse arrivare una telefonata sarei pronto a tornare”.

Come sono i camion rispetto alle auto?
“Ovviamente si tratta di mezzi più solidi e pesanti, hanno la trazione posteriore e bisogna stare molto attenti in gara proprio perché guidi un mezzo pesantissimo, si rischia l’incidente molto facilmente e non si può improvvisare. Devi sempre pensare a cosa può funzionare per andare bene, poi le sensazioni sono come quelle di una macchina da corsa”.

Cosa ne pensi del WTCR OSCARO?
“E’ bello e con una buona griglia, varia e competitiva. Meglio rispetto all’ultimo WTCC con le TC1”.

Ti piace l’idea che WTCR ed ETRC condividano ancora in futuro lo stesso weekend?
“Sarebbe bello, nel programma del weekend gli spettatori potrebbero divertirsi molto a vedere gare di tipo diverso”.

Cosa ne pensi degli ungheresi del WTCR? Hanno le qualità e il potenziale per imporsi?
“Conosco da tempo Norbi Michelisz, quando eravamo più piccoli giocavamo al computer coi simulatori e siamo diventati amici. Mi è sempre piaciuto e spero che possa vincere. Anche la Zengő Motorsport è stata molto importante per me come team. Attualmente non sono così forti, ma sanno dare il meglio e hanno giovani interessanti”.

Nella foto: Norbert Kiss a sinistra con Norbert Michelisz