Michelisz: "Al Nordschleife non ci si può mai rilassare, sennò..."

2022-05-23T06:00:01+02:00Maggio 23rd, 2022|2022, WTCR Race of Germany 2022|

Norbert Michelisz afferma che il modo migliore per evitare di finire fuori dal Nürburgring Nordschleife è quello di “non sottovalutare la sfida della pista”.

Lungo 25,378 chilometri, l’Inferno Verde è classificato come il tracciato più difficile del mondo e ospita il WTCR – FIA World Touring Car Cup per la quinta stagione, dal 26 al 28 maggio.

Il pilota della BRC Hyundai N Squadra Corse insieme a Mikel Azcona, ha già vinto al Nürburgring ed è desideroso di assaporare altri successi questo fine settimana dopo un inizio di stagione difficile al Circuit de Pau-Ville all’inizio del mese.

“Se si sottovaluta la sfida della pista, si può essere presi velocemente e traditi, è molto difficile riacquistare la fiducia dopo”, ha detto l’ungherese. “Ogni anno si impara qualcosa di nuovo e con questo circuito è un processo che non finisce mai. Si capisce qualcosa di più sull’asciutto, ma soprattutto sul bagnato. Non credo che anche se farò questa gara per i prossimi 10 anni arriverò a conoscerla a pieno; è per questo che richiede un approccio diverso”.

“Non si può andare sempre al 100%, perché si corre il rischio di fare brutte figure. L’anno scorso è stato uno dei migliori eventi per noi perché la macchina funzionava bene e il circuito si adattava alla Elantra N TCR. Abbiamo apportato alcuni miglioramenti nei test invernali e sono sicuro che potremo lottare per un buon piazzamento a punti perché la macchina dovrebbe funzionare bene”.

“Ma anche con la vittoria a griglia invertita di Mikel [a Pau], ci mancava ancora un po’ di ritmo, quindi si vede che le altre squadre durante l’inverno non sono state ferme. Anche se sarà un buon circuito per la Elantra N TCR, mi aspetto che gli altri siano altrettanto combattuti. Sarà un weekend difficile e molto emozionante”.