News

WTCR, la stagione 2018: Parte 1

In attesa della WTCR Race of Portugal, vediamo cosa è accaduto fino ad ora nei primi round del WTCR – FIA World Touring Car Cup presented by OSCARO andati in scena in Marocco e Ungheria.

WTCR AFRIQUIA Race of Morocco (7-8 aprile)

La stagione 2018 del WTCR – FIA World Touring Car Car Cup presented by OSCARO è incominciata con un grande weekend a Marrakech dove Gabriele Tarquini si è preso le vittorie in Gara 1 e 3.

Al volante della sua Hyundai i30 N TCR, il pilota del BRC Racing Team ha sfruttato al meglio la DHL Pole Position per trionfare nell’ultimo round davanti alle Hyundai di Yvan Muller e Thed Björk.

Tarquini è partito benissimo dalla DHL Pole Position, mentre Muller non è stato altrettanto bravo e ha subito bloccato Norbert Michelisz (BRC – Hyundai). Il contatto fra i due ha consentito a Björk di salire al secondo posto, fino a quando un accidentale toccata al pulsante di spegnimento non ha costretto lo svedese a cedere nuovamente la posizione al francese.

Prima di questo round c’era stata la vittoria di Jean-Karl Vernay (Audi Sport Leopard Lukoil Team, Audi RS 3 LMS) in Gara 2, con il francese a precedere la Volkswagen Golf GTI TCR della Sébastien Loeb Racing condotta da Mehdi Bennani. Terzo Pepe Oriola che partiva in pole nella griglia invertita, seguito dalla Honda di Yann Ehrlacher (ALL-INKL.COM Münnich Motorsport) e Björk.

In Gara 1 Tarquini aveva invece beffato al via il poleman Björk e il “Cinghiale” si porta a casa anche il TAG Heuer Best Lap Trophy per il giro più veloce del weekend. Rob Huff era giunto terzo, con la gara andata in diretta Facebook e su OSCARO.com.

“L’auto è fantastica e il passo ottimo, non è stato semplice dopo l’incidente di Gara 2, ma il team ha lavorato alla grande ridandomi un mezzo perfetto. Sono al settimo cielo, spero che il sogno continui”, ha detto Tarquini.

“Sono felicissimo! – ha commentato Vernay – In partenza è stata dura e mi sono preso un rischio, ma volevo vincere per dimostrare al team che avevano fatto la scelta giusta prendendo me. L’auto era fantastica e non ho avuto problemi”.

WTCR Race of Hungary (28-29 aprile):

Gabriele Tarquini ha centrato la terza vittoria in sei gare del WTCR OSCARO, mentre Yann Ehrlacher e Rob Huff all’Hungaroring hanno ottenuto il primo successo stagionale.

Ehrlacher, nipote di Yvan Muller, si è imposto in Gara 1 con la Honda della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport seguito dal compagno di squadra Esteban Guerrieri, con l’idolo locale Norbert Michelisz a completare il podio.

L’ungherese non è riuscito a sfruttare la pole position in Gara 1, cosa di cui è stato protagonista anche in Gara 3, bruciato al via da Tarquini per la delusione dei suoi fan.

Terzo in Gara 2 Yvan Mulleralle spalle del vincitore Huff e della wildcard Dániel Nagy.

Jean-Karl Vernay è invece andato a punti in tutte le gare nonostante le difficoltà. Anche Thed Björk (Yvan Muller Racing) ha sofferto molto con la sua Hyundai.