WTCR Gara 1: Azcona domina in Ungheria

2022-06-12T11:58:23+02:00Giugno 12th, 2022|2022, WTCR Race of Hungary 2022|

Mikel Azcona ha ottenuto la sua seconda vittoria stagionale nel WTCR – FIA World Touring Car Cup in Gara 1 della WTCR Race of Hungary, dove ha condotto partendo dalla pole position

All’Hungaroring il pilota della BRC Hyundai N Squadra Corse è scattato benissimo e poi ha accumulato un buon vantaggio al volante della sua Hyundai Elantra N TCR. Il successo lo ha reso il nuovo Goodyear #FollowTheLeader dopo aver scalzato Néstor Girolami dalla vetta della classifica piloti.

Yann Erhlacher, partito terzo in griglia, ha approfittato di un piccolo errore di Nathanaël Berthon al penultimo giro per conquistare il secondo posto. Il ragazzo di Cyan Racing Lynk & Co ha seguito per tutta la gara l’Audi RS 3 LMS del Comtoyou DHL Team Audi Sport condotta dal francese e, con quest’ultimo avvisato dai commissari sul rispettare i track limits, ha commesso uno sbaglio nel finale.

“Sono molto contento, una gara molto tranquilla”, ha detto Azcona, che il mese scorso ha vinto gara 2 della WTCR Clean Fuels for All Race of France. “Non c’era pressione da dietro. Il primo giro è sempre la parte più difficile della gara. Nelle prime curve ho sentito pressione e ho cercato di difendermi. Devo dire che la macchina funzionava molto bene, il degrado era incredibile. Grazie alla mia squadra”.

“È stata davvero dura, faceva molto caldo in macchina”, ha detto Ehrlacher. “La partenza è stata difficile perché non ero all’interno. Abbiamo fatto un buon giro, ma mi mancava un po’ di velocità. Ma in realtà ho visto che potevo risparmiare i miei pneumatici non correndo troppo vicino a Nath, perché li avrei distrutti. Poi ho visto che gli ultimi tre giri erano la mia occasione. Ho sentito qualche vibrazione nelle gomme e quindi sono stato attento. Ma sono andato a prenderlo”.

Berthon è rimasto deluso dalle ammonizioni ricevute per violazione dei limiti della pista. “Sono rimasto sorpreso, forse li ho sfiorati, ma… dobbiamo controllare i filmati. Grande frustrazione perdere una posizione così, ma stavo soffrendo dal secondo giro, quindi credo di aver fatto una buona gara. Comunque, Yann è stato molto più veloce”.

Gilles Magnus (Comtoyou Team Audi Sport) chiude quarto, mentre Ma Qing Hua (Cyan Performance Lynk & Co) è in Top5. Rob Huff è risalito dall’ottava posizione in griglia per concludere sesto con la Cupra Leon Competición della Zengő Motorsport, superando le Honda Civic Type R della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport all’inizio della gara.

Girolami, che ha perso lo status di Goodyear #FollowTheLeader a favore di Azcona, è dunque settimo davanti a Santiago Urrutia, che ha avuto la meglio di Esteban Guerrieri dopo una dura battaglia durata tutta la gara.

L’argentino, che era partito quinto, è stato sotto attacco per la maggior parte della gara da parte della Lynk & Co dell’uruguagio, che lo ha anche colpito in curva 3 ad un certo punto.

Yvan Muller ha completato la top 10 con la sua Lynk & Co, seguito da quella di Thed Björk. L’idolo locale Norbert Michelisz ha recuperato una posizione sulla Hyundai di BRC ed è 12°, davanti all’Audi-Comtoyou di Mehdi Bennani, Attila Tassi (Honda-LIQUI MOLY Team Engstler) e a Tom Coronel, penalizzato per un contatto con Dániel Nagy (Zengő Motorsport).

Huff vince nel WTCR Trophy, seguito da Bennani e Coronel. Il britannico estende così la sua leadership nella categoria dei piloti indipendenti.

La partenza di gara 2 della WTCR Race of Hungary è prevista per le 16;45.