WTCR Gara 2: Azcona vince dopo il contatto Michelisz-Tassi

2022-05-08T20:26:07+02:00Maggio 8th, 2022|2022, WTCR Race of France 2022|

Mikel Azcona ha vinto Gara 2 della WTCR Clean Fuels for All Race of France dopo che in prima fila Norbert Michelisz e Attila Tassi si sono scontrati al via sul Circuit de Pau-Ville.

Il pilota della BRC Hyundai N Squadra Corse è riuscito a passare entrambi con la sua Elantra N TCR tenendosi dietro le Lynk & Co di Santiago Urrutia e Ma Qing Hua, dopo che Yann Ehrlacher è stato costretto ai box per una foratura quando era terzo.

Tassi ha fatto una partenza migliore dalla prima fila, ma Michelisz si è spostato a destra dalla pole position e le due vetture sono entrate in contatto. La Honda di Tassi ha colpito il muretto dei box, mentre la Hyundai di Michelisz è scivolata lateralmente in mezzo alla pista, innescando il caos in fondo al gruppo. Gilles Magnus con la sua Audi si è scontrato con la Lynk & Co di Yvan Muller, mentre l’Audi di Mehdi Bennani ha subito la rottura della sospensione dopo una toccata. La safety car è stata chiamata in causa.

“La mia partenza è stata media”, ha detto Michelisz. “Ho iniziato a girare per la curva 1 e ci siamo toccati. E’ stata sfortuna. Mi dispiace. Non era il modo di iniziare la stagione che avrei voluto. Vorrei vedere le immagini da fuori, ma è stato un episodio molto sfortunato”.

Le cose sono riprese con 23 minuti (più un giro) rimasti sull’orologio, con Urrutia in pressione su un Azcona difensivo. Ma lo spagnolo ha mantenuto la calma e ha iniziato ad aprire un divario, vincendo con 3″876 dopo 21 giri.

“E’ il primo weekend di gara con Hyundai e BRC, quindi sono davvero felice”, ha detto Azcona. “Devo congratularmi con ogni singola persona del team. Hanno fatto un lavoro fantastico durante tutto il fine settimana lavorando duramente. Sono qui grazie a loro. Ora dobbiamo continuare su questa linea”.

“È stato un buon inizio”, ha detto Urrutia. “Abbiamo mostrato il nostro passo nelle prove libere, ma in qualifica non siamo riusciti a metterlo insieme. Ma sapevo che partendo all’interno della top 10 tutto quello che dovevo fare era portare a casa i punti e su questo circuito difficile tutto può accadere. Sono stato un po’ fortunato ad andare all’interno e non all’esterno alla partenza, perché l’incidente è stato abbastanza grande davanti a me”.

Ehrlacher sembrava destinato a seguire Urrutia per finire sul podio, ma è dovuto rientrare ai box con una foratura all’anteriore destra a 12 minuti dalla fine, dando a Ma un podio nel suo primo weekend da pilota Cyan Performance.

Quarto Nathanaël Berthon dopo la delusione di Gara 1 sulla sua Audi del Comtoyou DHL Team, mentre Esteban Guerrieri è quinto davanti a Muller.

Il vincitore di Gara 1, Néstor Girolami, è settimo con la Honda di ALL-INKL.COM Münnich Motorsport, Rob Huff ottavo e primo nel WTCR Trophy dopo essere partito 13° al volante della Cupra di Zengő Motorsport.

Top10 completata da Thed Björk (Cyan Performance Lynk & Co) e Tiago Monteiro (Liqui Moly Team Engstler – Honda).

Punti anche per Dániel Nagy (Cupra) e Tom Coronel (Audi). 14° anche la Wild Card Éric Cayrolle. Ehrlacher è stato classificato in 15° prendendo un punto, ma via radio ha detto: “Voglio piangere”.

Girolami rimane il Goodyear #Followtheleader con 49 punti, con Guerrieri a -7 e Azcona un punto più indietro.